Come scegliere il tuo GIRADISCHI

kass
14 min readJun 4, 2022

Tutto quello che ti serve sapere per fare la migliore scelta possibile.

Era il 21 giugno del 1948 a NY, quando la Columbia Records annunciava la nascita di un nuovo formato per dischi: IL VINILE DA 12 POLLICI, con una velocità di rotazione, che sicuramente conosci, 33 giri al minuto. Solo un anno dopo fu lanciato il 45 Giri.

Cosi nacquero gli LP e l’era del giradischi.

Una era che ancora oggi, dopo più di 70 anni non intende terminare. Il Giradischi è un pezzo di storia sempre attuale, che rapisce con il suo suono affascinante e che la tecnologia ha rimodernato nel tempo.

Quindi, che tu sia nuovo dell’ambiente o un veterano della musica su disco, nelle prossime righe avrai una guida completa sul mondo LP con:

  • Come funziona un giradischi e quale fu la sua rivoluzione.
  • Le tre domande principali che ti devi fare prima della tua scelta d’acquisto.
  • Vintage o Digitale di nuova generazione: cosa scegliere?
  • Ricondizionato, Nuovo, Seconda mano: cosa fa al caso tuo?

SPOILER: Se non hai tempo di leggere ecco qui i 10 modelli più consigliati dagli acquirenti e dagli appassionati+ 2 bonus (che trovi alla fine del post). Per maggiori informazioni puoi scorrere a fine pagina dove trovi un PRO vs CONTRO.

Ricondizionato

Come funziona il giradischi:

Senza entrare troppo in dettagli tecnici sappi che:

La riproduzione degli LP avviene attraverso il giradischi: il brano musicale è riprodotto grazie a una puntina che trasmette, per via meccanica, le irregolarità del solco inciso sulla superficie del disco a un trasduttore, la testina, che trasforma il movimento in corrente elettrica. I cavi audio dei due canali stereo, poi trasmettono queste pulsazioni elettriche al sistema audio che li converte in suono.

La rivoluzione

Il giradischi rivoluziono il mondo della musica grazie alla nascita degli Album. la diffusione della musica passo dai 78 giri che duravano appena 3 minuti a più di 20 minuti dei 33 giri. Più brani per un solo disco volevano dire, possibilità per i musicisti di creare più canzoni legate a un solo tema e creare così il loro Album (o play list riportato ai giorni nostri).

Assurdo pensare che ora portiamo anche più di 1000 ore di musica in oggetti piccolissimi sempre con noi.

Ma il giradischi fu molto più di questo. Fu la possibilità di dare una colonna sonora a momenti magici con grande eleganza. Questi momenti sono nel tempo diventati ricordi indelebili che cominciano per tutti con: “ il braccetto accompagnato sul disco, un suono e la canzone che inizia.”

Ora visto la magia conservata nel tempo, i produttori odierni hanno voluto dare nuova vita a questi strumenti digitalizzandoli e portando nuove funzioni al loro interno.

Se sei qui, questa magia è rimasta anche in te e vuoi portarla nella tua vita musicale quindi ora vediamo come procedere per scegliere il prodotto perfetto per te.

Cosa devi valutare prima di comprare un Giradischi?

La prima cosa fondamentale, prima di lanciarti su recensioni e modelli vari è chiarire a te stesso:

  • Che cosa vuoi?
  • Qual è il tuo budget?
  • Di cosa devo tenere conto prima di scegliere?

Da queste tre domande potrai ben indirizzarti sui prodotti che fanno al caso tuo, senza perderti nella varietà di prodotti presenti sul mercato.

COSA VUOI?

Questa domanda è quella che già crea una divisione netta nella tua ricerca. In un solo colpo potrai fare fuori una bella fetta di tutte le possibilità. Cerchiamo di articolare meglio questa domanda, che cosa vorresti come giradischi:

  • Vintage o Digitale?
  • Portatile o Fisso?
  • Manuale o automatico?
  • Direttamente utilizzabile o da collegare a un impianto?

Se non sai ancora rispondere a queste domande non ti preoccupare, continua a leggere perché alla fine saprai esattamente cosa vorrai.

Vintage e Digitale

La battaglia del tempo ha inizio qui. Questa è una domanda che dovrai porti prima di iniziare la tua ricerca nel mondo dei Giradischi. Infatti, i modelli nuovi e quelli originali differiscono non solo per estetica, ma anche per materiali, prezzo, possibilità di riparazione, compatibilità con altri prodotti ecc.

Ti stai già perdendo e non sai quale scegliere? Seguimi così da farti un’idea.

Vintage

Con un’estetica retrò, i giradischi vintage hanno il loro fascino di altri tempi. Questi prodotti, come del buon vino, più passano gli anni più acquistano valore. Ci sono vari modelli e varie grandezze, i 4 stili più conosciuti sono:

  • Con mobile. Il giradischi sarà incastonato dentro un mobile di antiquariato, in legno, altrettanto prezioso. Di quello che era possibile trovare nelle case dei nonni. Magari nascosto in uno scompartimento. Di solito amplificatore e casse sono integrate nel mobile. Ovviamente, questo non è un giradischi per tutti, ma solo per chi possiede una casa che si può permettere tale arredamento e grandezza.
  • Con struttura. I giradischi con ampia struttura sono combinati con amplificatore e molte volte anche speaker integrato. Comodi poiché non hanno bisogno di nient’altro per ascoltare dei dischi. Anche in questo caso parliamo di oggetti per cui bisogna avere uno spazio dedicato. Inoltre, nonostante la buona qualità audio di alcuni modelli, visto lo speaker non troppo grande al loro interno, secondo le tue esigenze, potresti voler aggiungere una o due casse esterne.
  • Combinati. I giradischi combinati sono modelli ibridi tra varie tecnologie che possono avere in un unico prodotto, giradischi, mangia nastri, amplificatore, equalizzatore, rec cd ecc. In questo caso si parla di ibridi che possono riportare in vita strumenti da varie epoche e far rivivere un’esperienza musicale variegata. Come i precedenti però hanno bisogno di spazio.
  • Con Valigia. Questi sono giradischi portatili. Esteticamente molto carini, non rubano molto spazio, e sono un buon compromesso tra stile e potenza. Versatili, spesso hanno la possibilità d’implementazioni esterne per poterne aumentare la potenza di suono. Adatto a case piccole, viaggiatori o per chi comunque si sposta in varie case durante l’anno, ma non vuole rinunciare al suo vinile.
  • Piatti singoli. I giradischi singoli, più recenti rispetti ai primi, possono essere di varie qualità. Una esempio lo si può trovare nei giradischi che spesso si trovavano nel blocco HIFI di casa. Questi giradischi sono più plasticosi, ma meglio si adattano agli stili moderni. Vanno collegati con un amplificatore e delle casse esterne, quindi bisogna, essere provvisti di un impianto adeguato per poterli attaccare. Per via dalla loro struttura, in molti casi, hanno anche la possibilità di varie modifiche tecniche che li possono portare a migliorate funzioni. ( Es: di aggancio bluethoot)

Pro: Estetica Retrò, Prezzo che aumenta nel tempo, Nessun difetto legato a software, Possibilità di modifica tramite strumenti esterni, Possibilità, per alcuni, di revisione e riparazione, Suono più reale meno digitalizzato anche negli strumenti non troppo costosi.

Contro: Prezzo alto per l’acquisto di strumenti funzionanti. Non si può scaricare nulla da internet. Per alcuni modelli difficoltà di spostamento. Nessuna modalità anti urto. ( Basta un minimo movimento del piatto per sentire una distorsione suono). Compatibilità ridotta e funzioni ridotte rispetto a nuovi modelli.

Digitale

Il digitale ha tutta la potenza della nuova tecnologia dentro ad un design più attuale.

I modelli di giradischi digitali sono tantissimi, di varie misure e prezzi, sono accomunati tutti da una più alta concentrazione di funzioni e una potenza di suono maggiore.

Modelli focus

Questi modelli sono quelli che si concentrano solo in una cosa, fare i giradischi e riprodurre i tanto amati vinili da 45–78–33 giri. Non hanno altre funzioni specifiche. Si connettono a un amplificatore, con cavi di alta qualità, per un passaggio del suono perfetto. Hanno di solito desing minimal e sono spesso venduti in combinato con HIFI completi.

Modelli multi-tasking

Questi modelli sono invece per chi ama i vinili ma vorrebbero anche altre caratteristiche di tecnologie più moderne. Le funzioni più comuni sono, lettore USB per riproduzione pen drive, Presa da 3.5 per riproduzione MP3 o Smartphone, Bluetooth per riproduzione di qualsiasi dispositivo dotato di questa tecnologia. In uscita invece troviamo sempre Bluetooth per attacco casse senza fili, cavi RCA per attacco speaker attivi, cavo 3.5 o midi per attacco pc, USB con funzione recording per conversione vinili in tracce audio MP3.

Dipendendo dalle tue esigenze potrai scegliere uno o l’altro stile.

Quindi rivediamo qui tutto:

Pro: Potenza di suono più alta, Possibilità di equalizzazione migliore, Design moderno e compatto. Connettività e funzioni più ampie (Bluetooth, wifi, infrarosso ). Compatibilità con assistenti virtuali. Controllo da remoto anche tramite app.

Contro: Problemi software, Ricambi non sempre disponibili, Qualità dei materiali non sempre al top.

Ricapitolando sia dell’uno che dell’altro possiamo trovare modelli portatili con tutto incorporato, che ti basterà accendere e via. Modelli più complessi con amplificatori e casse separate. Infine, la scelta si basa anche sulle funzioni, più ne vuoi, più sicuramente la tua scelta deve ricadere su un prodotto di nuova generazione.

Quale e’ il tuo budget?

Prima di iniziare una ricerca sfrenata tra i migliori modelli è meglio che fissi un budget. Così riuscirai a filtrare facilmente i modelli e ti eviterai le delusioni di aver trovato tutto quello che cerchi per capire solo dopo che è fuori dal prezzo massimo.

Come si dice: occhio non vede, cuore non duole.

Nel mondo dei giradischi i prezzi sono molto differenti si parte da un minimo di 50€ euro, ad anche più di 10.000 euro per giradischi molto particolari. Insomma, esiste un giradischi perfetto per ogni desiderio.

E’ ovvio che a seconda della fascia di prezzo anche la qualità potrà essere diferente, ma molto spesso, troverai compromessi ottimi di qualità prezzo. Soprattutto nei ricordizionati.

Una volta che più o meno si sa un budget ipotetico si sceglie una delle seguenti categorie, tenendo a mente una cosa:

I giradischi non solo hanno bisogno di tempo per l’ascolto ma anche delicatezza e mantenimento.

Quindi, il tuo giradischi sarà:

  • Nuovo ( 2 anni di garanzia )
  • Di seconda mano funzionante ( fare revisione )
  • Ricondizionato ( già revisionato, con buona parte dei pezzi nuovi )
  • Da riparare ( mettere in conto il costo di una possibile riparazione )

Quattro tipologie di prodotti, che portano a decisioni e prezzi totalmente differenti.

Deciso tutto questo ed ora di entrare nel succo del discorso, presta attenzione perché le prossime cose che ti dirò saranno fondamentali nella tua buona scelta.

Di cosa devi tenere conto quando compri un giradischi?

Ci sono dei punti fondamentali che è meglio controllare quando pensi di comprare un giradischi. Vediamoli un attimo:

Zoccolo: è la base dove si poggia il giradischi e ha una funzione importante che è quella di dare la stabilità necessaria alla struttura. Le varianti sono tantissime, ma devi considerare due cose: reale stabilità e possibile usura. In caso di usura, valuta anche la facilità di cambiare il pezzo.

Piatto: altra cosa importante è il piatto, dove si appoggia il vinile. I piatti con un peso maggiore sono quelli che hanno una maggiore qualità poiché offrono minori vibrazioni. Anche qui valuta il materiale e, in caso di tappetino in gomma sopra il piatto, anche la possibilità di trovare il ricambio in caso di usura.

Trasmissione: devi sapere che i giradischi girano in due modi tramite azione diretta o tramite cinghia. Quando decidi quale giradischi prendere fare il confronto tra questi tipi, poiché ognuno avrà bisogno di diversa manutenzione.

Il braccio e testina: parti fondamentali del giradischi. Contengono i collegamenti necessari per trasferire il segnale al pre- amplificatore.

Secondo la qualità e il materiale della testina abbiamo varie differenze come:

Differente risposta alta fedeltà, un’usura inferiore dei solchi dei dischi, uscita con differente tensione e soprattutto possibilità facile di cambio.

Anche il braccio può essere di vari tipi: dritto, a esse, tangenziale. Ognuno ha le sue caratteristiche. Cosa devi tenere a mente quando lo scegli? Caratteristiche principali come:

  • La difficoltà di regolazione,
  • La possibilità di deformazione dei materiali nel tempo (usura)
  • La possibilità e facilità di riparazione e sostituzione.
  • Facilità di manovrabilità
  • Precisione e grandezza dell’errore.
  • Costo.

Riassumendo, braccio e testina cambiano la qualità del rilevamento della traccia audio dei dischi in vinile (effettuato tramite puntina) e quindi anche il suono che poi andrai a sentire. I maggiori problemi sono legati a ricambi e qualità.

La Puntina: detta anche pickup, rileva effettivamente la traccia audio sul disco. E’ composta da due parti:

  • il cantilever ( di solito di plastica ), che mantiene l’ago in posizione attaccato alla testina.
  • L’ ago, di zafiro o diamante.

Dovrai informarti sulla qualità della puntina e forza di pressione sul piatto poiché saranno le due cose che ti diranno la resa del suono e il tempo di usura del pezzo ( di solito almeno 500 ore ).

Plus: Guarda qui per scoprire quando la puntina è da cambiare.

Speaker e amplificatore: Inutile avere un giradischi perfetto di alta qualità se amplificatore e casse non sono adatti e compatibili. Ovviamente anche l’impianto a cui decidi di attaccare il tuo giradischi deve essere della stessa qualità del tuo prodotto per avere la migliore resa.

Potenza: non è solo questione di decibel. Per valutare la potenza e la qualità del suono di un giradischi è molto importante verificare la presenza di un preamplificatore phono, spesso integrato sui modelli di fascia bassa e media: grazie a questo elemento hardware è possibile collegare direttamente le casse al giradischi, ottenendo subito una buona resa sonora. Per i modelli più costosi è invece consigliabile l’accoppiamento con amplificatori e sistemi Hi-Fi esterni, in modo da gestire al meglio ogni parametro.

Bene, ora che sai come cercare, vediamo 10 giradischi in varie fasce di prezzo.

I MIGLIORI GIRADISCHI DI AMAZON ( ordinati per prezzo.)

AUNA Verticalo SE ( Minimal )

LINK: https://amzn.to/3u5kUmJ

Pro:

  • Star e Stop automatico
  • Radio digitale e in FM ( Sint. DAB +Radio )
  • Sveglia incorporata

Contro:

  • Prodotto di plastica
  • Alcuni prodotti difettosi. Essendo il disco verticale se il prodotto non è perfetto il disco salta o la velocità non è quella corretta e bisogna modificare o restituire il prodotto.
https://amzn.to/3u5kUmJ
MINIMAL ENTRY LEVEL

ION AUDIO MAX LP

Link: https://amzn.to/3LFFhwy

Pro:

  • Start / Stop Automatici
  • In legno
  • Ricambi reperibili facilmente su amazon.
  • USB E CUFFIE per poterlo collegare al pc o sentire in modo silenzioso.
  • Testina in ceramica più resistente

Contro:

  • Puntina 78 giri venduta a parte
  • Audio interno basso.
https://amzn.to/3LFFhwy

PRIXTON Giradischi

· Link: https://amzn.to/3j42HiV

Pro:

  • Traportabile facilmente
  • Convertitore di vinili in wav formato digitale.
  • Testina in ceramica più resistente
  • Alimentato via USB

Contro:

  • Alimentatore da comprare a parte
  • Audio interno basso.
  • Ricambi non reperibili facilmente
  • Interno con componenti di plastica.
https://amzn.to/3j42HiV
A valigia

VOKSUN

Link: https://amzn.to/37aN0Uw

Pro:

  • Connettività out aumentarne qualità e potenza del suono ( speaker, amplificatori ecc)
  • Tanti tipi di connessioni in ingresso ( USB, BLUETOOTH, AUX, RCA )
  • Molto leggero ( solo 3kg)

Contro:

  • Ricambi puntina un poco cari
  • Materiali del rivestimento adeguati al prezzo.
https://amzn.to/37aN0Uw
Valigia più connessione esterna

LENCO Classic Phono TT-34

Link: https://amzn.to/3K6114o

Pro:

  • Esteticamente molto carino
  • Porta USB per connessione con PC/MAC
  • Buona qualità di lettura anche su dischi di vecchia data
  • Testina sostituibile che si incontra in amazon

Contro:

  • Start e Stop manuali
  • Non legge dispositivi esterni ( HDD, USB KEY )
  • Suono qualità media, mancanza di corposità ( 230w)
  • Non collegabile a casse esterne
https://amzn.to/3K6114o
Valigetta

Pro-Ject Elemental

Link: https://amzn.to/3x6FVOh

Pro:

  • Ultra minimal
  • Materiale resistente in acciaio
  • Buona qualità di lettura in rapporto al prezzo.

Contro:

· No 78 giri

· Non amplificato (da collegare ad un amplificatore con ingresso phono.)

· Rumore del motore in sottofondo appena percettibile ( alcuni lamentano questo difetto)

· Nessun ricambio

https://amzn.to/3x6FVOh
Minimal non amplificatore no casse.

ANGELS HORN

link: https://amzn.to/3NLO8yH

Pro:

  • Cartuccia Magnetica facile installazione
  • Buona connettività con casse bluetooth, attive e passive via cavo.
  • Contrappeso braccio regolabile

Contro:

  • No 78 giri
  • Non è automatico
https://amzn.to/3NLO8yH
NON AMPLIFICATO

Pro-Ject T1

· Link: https://amzn.to/3GF2fCZ

Pro:

  • Elegante desing
  • Tutorial su internet per il corretto funzionamento
  • Due modelli uno con e una senza bluetooth

Contro:

  • Manuale
  • Spostamento della cinghia sotto il piatto per passare da 33 a 45
https://amzn.to/3GF2fCZ
amplificatore sterno e trazione a cinghia

TEAC TN-400BT

Link: https://amzn.to/398mJHE

Pro:

  • Preamp, questo gli permette di essere collegato a qualsiasi amplificatore anche senza ingresso specifico phono.
  • Marca importante nel settore audio
  • Ricambi da richiedere direttamente alal casa madre.
  • Tantissime testine compatibili di alta qualità
  • Connessione casse bluetooth

Contro:

  • Manuale
  • Qualità puntina in dotazione media
https://amzn.to/398mJHE
preamplificato teac

Pioneer DJ PLX-500

Link: https://amzn.to/3tdds89

Pro:

  • Uno dei pochi modelli totalmente bianco.
  • Registrazione digitale tramite cavo
  • Qualità prezzo buona

Contro:

· Molto pesante

· Imballaggio non sempre adatto per il trasporto

https://amzn.to/3tdds89

DENON DP-400

Link: https://amzn.to/3PSI1K2

Pro:

  • Uno dei pochi modelli bianchi, total white compreso il braccetto.
  • 33/45/78 con interruttore semplice per il passaggio
  • Equalizzatore incorporato per una migliore esperienza di suono
  • Da usb a pc in un solo istante.

Contro:

  • Ricambi non sempre reperibili.
https://amzn.to/3PSI1K2

Technics Sl 1210 Mk7

Link: https://amzn.to/3NKsk6A

Pro:

  • Illuminazione al led
  • 33/45/78 con interruttore semplice per il passaggio
  • Elevata qualità della puntina in dotazione e possibilità di varie compatibilità con altre puntine.
  • Alta qualità sul suono.

Contro:

  • Senza ritorno automatico.
  • Non pre amplificato
https://amzn.to/3NKsk6A

Rega Planar 6

Link: https://amzn.to/3DGkaHJ

Pro:

  • Materiali leggeri di altà qualità, antigraffio (poliuretano usato l’industria aerospaziale )
  • Alta precisione nella lettura, alta fedeltà nella riproduzione
  • Elavata qualità della puntina in dotazione e possibilità di varie compatibilità con altre puntine.
  • Alta qualità sul suono.

Contro:

  • Senza pick-up
  • Non pre aplificato
  • Prezzo alto
https://amzn.to/3DGkaHJ
materiali poliuretano ultra leggero usato nel industria aerospaziale

2 BONUS particolari per gli amanti del vinile.

House of Marley

Link: https://amzn.to/3J0Vz1j

Il giradischi ECOSOSTENIBILE.

Pro:

  • Ecosostenibile, realizzato con bambu, tessuto rewind, canapa rigenerata ecc.
  • Preamplificato per ascoltare la tua musica con qualsiasi amplificatore
  • 33/45 con interruttore semplice per il passaggio
  • Autostart e stop
  • Da usb a pc in un solo istante.
  • Contrappeso regolabile

Contro:

  • Nessun coperchio anti polvere
  • Accensione e spegnimento manuale. Ogni volta che lasciate l’apparecchio inutilizzato questo entrerà in standby per risparmio energetico. Per cui bisognerà accenderlo manualmente.
https://amzn.to/3J0Vz1j

ROKR Puzzle 3D Legno

Link: https://amzn.to/3M8XKS7

Il giradischi manuale per appassionati di modellissimo

Pro:

  • Assemblabile
  • Portatile
  • Tutto in dotazione
  • Esteticamente carino

Contro:

  • Audio poco corpose e gracchiante sugli alti
  • A manovella
  • Nessuna funzione addizionale
  • Nessun ricambio
https://amzn.to/3M8XKS7

Conclusioni

Se sei arrivato fino a qui, sei sicuramente un vero appassionato di vintage e LP. Tiriamo un pò le somme, sicuramente avrai intuito che la prima scelta che dovrai fare è quella tra nuovo e d’epoca, dopo di che passerai ad individuare un budget, che ti farà capire anche a quali caratteristiche potrai puntare. Una volta fatto questo dovrai pensare a quello che per te è indispensabile ( es: connessioni, amplificazione esterna o interna, spazio disponibile ecc) e da li finire la selezione controllando alcune caratteristiche comuni come ricambi, qualità dei materiali e garanzia. Alla fine però avrai il prodotto perfetto per te.

Spero che questa guida ti sia stata utile, aspetto di sapere

Tu cosa ne pensi di questi prodotti? Se hai già acquistato un giradischi? Com’è la tua esperienza? hai ancora qualche dubbio?

Contatti : per info e assistenza puoi scrivermi a assistenzatecnica.c@gmail.com o richiedere un virtual assistant cliccando qui.

Ti sono stato utile e Vuoi supportarmi? i link che trovi sono affiliati. Quindi se ti va, puoi sponsorizzarmi comprando da qui. Tu paghi la stesso ma io guadagno qualcosa per migliorare e formarmi continuamente. Grazie.

--

--

kass

Virtual Assistant, Restauración de aparatos electrónicos, buscador y resumidor de datos que permiten ahorrar tiempo.